Voto

5

Le musiche di Battisti e Mogol tornano in vita sullo sfondo dell’Italia degli anni ’70 nell’ultimo film di Marco Danieli Un’Avventura (2019). Sicuramente i propositi sono ottimi ma il musical del regista italiano delude le aspettative di molti che forse si aspettavano qualcosa di più. Il film, anche se molto riuscito dal punto di vista cromatico e della fotografia, è più un insieme di episodi slegati tra di loro che una vera e propria “avventura”. 

La nuova spinta che l’opera dovrebbe dare alle musiche della coppia Battisti/Mogol non avviene e le canzoni, soprattutto nella seconda parte, sembrano rimanere collocate sullo sfondo della vicenda senza ricevere il giusto peso. Le recitazioni di Michele Riondino (Matteo) e Laura Chiatti (Francesca) non riesce nell’obbiettivo di trasportare lo spettatore all’interno dei loro sentimenti facendo così perdere credibilità a quella che dovrebbe essere a tutti gli effetti una storia d’amore puro. Molte sequenze non vengono approfondite abbastanza e sembrano soltanto pretesti per riempire il metraggio della pellicola. Le coreografie, curate dal famoso coreografo Luca Tommasini, non riescono a dare giustizia alle canzoni dell’eterno cantautore italiano che forse avrebbe meritato un musical di tutt’altro tipo.

Nota positiva è la regia di Danieli che dimostra ancora una volta di essere un regista più che capace e coraggioso, ma che probabilmente questa volta si è cimentato in un genere che non fa tanto al caso suo. 

Mattia Migliarino