1. British Pie

Sul Liceo di Moordale si addensa una tempesta ormonale. Tutti fanno sesso, parlano di sesso o pensano al sesso. Ecco perché Otis (Asa Butterfield) e Maeve (Emma Mackey) mettono a disposizione degli studenti le loro conoscenze in materia istituendo una clinica di educazione sessuale tra le mura di scuola. Sempre che riesca a sopravvivere ai loro problemi personali. Sex Education mette in scena tutti i topoi della commedia adolescenziale senza nascondersi dietro censure o falsi pudori, anzi affrontando dubbi e paure della vita reale con un sorriso rassicurante e una delicatezza inaspettata. Il risultato è un’efficace commistione di dramma e commedia che spoglia il sesso della sua componente di tabù cancellando in un solo colpo paure e vergogne.

2. Threesome

Gran parte del risultato è merito di un cast di personaggi memorabili, imperniato attorno al trio di protagonisti: Otis, Maeve ed Eric (Ncuti Gatwa). Se ciascuno incarna un tema della serie, la showrunner Laurie Nunn è li ha resi ognuno una figura a tutto tondo, con difetti e fragilità, suscitando un fortissimo senso di empatia in chi si trova al di là dello schermo.

3. Bringing Up Men

Altrettanto forti i personaggi secondari, capitanati da una Gillian Anderson in splendida forma: tutti nascondono un vissuto personale complesso, fatto di incertezze e fragilità. Al centro il ruolo dell’educazione e lo scontro generazionale tra genitori e figli: che siano eccessivamente assenti o presenti, sono gli adulti a forgiare la personalità dei più giovani, secondo una dinamica a matassa i cui nodi vengono al pettine in camera da letto, nel momento di maggiore vulnerabilità.

4. Hot Stuff

Come ogni serie teen che si rispetti, Sex Education fa della colonna sonora uno degli assi portanti della sua narrazione. Tra ballate indie, sonorità elettroniche, assoli rock e contrappunti di grandi classici prende forma una playlist adolescenziale da sentire subito in cuffia.

5. Descriptive words, please

L’intento didattico della produzione si riflette in molti dialoghi e in alcune svolte della trama, ma in alcune situazioni (ad esempio nel caso di coming-out, aborto e revenge porn) finisce per appesantire la narrazione. Ma la scrittura ironica e brillante riesce sempre a mantiene un certo grado di freschezza senza risultare superficiale.

Francesco Cirica