Voto

5

Film drammatico di spionaggio con protagonista un’anziana donna (Judi Dench), Red Joan è una storia con un buon messaggio di fondo, che spinge a riflettere sulle dinamiche della guerra e su come le alleanze e gli equilibri tra gli stati siano precari di fronte alla brama di supremazia e di controllo. Il film racconta infatti di come Joan Stanley, fisica dalla mente brillante impegnata nel progetto di realizzazione della bomba atomica, si renda conto di quanto terribili siano gli effetti di questa scoperta e decida quindi di sottrarre le informazioni della ricerca, diventando una spia.

Tuttavia l’intuizione non viene valorizzata da una narrazione piatta e di stampo ultra classico. Il film si svolge infatti a cavallo tra il presente, quando Joan viene arrestata e interrogata, e i flashback del passato, in cui vediamo la giovane Joan (Sophie Cookson) alle prese con l’università di Cambridge, gli amori, l’adesione alla causa comunista e la sua vita segreta. La pellicola procede senza colpi di scena particolari, nè azione, risultando a tratti risulta noiosa; specie nella seconda metà, in cui le scelte di Joan diventano prevedibili e persino scontate.

Giulia Crippa