Voto

8

“My boy, we don’t see each other much, it’ll take some time, but somewhere down the line we won’t be alone”.  Due anime in un unico corpo: apologia del travaglio interiore, Twin Fantasy è l’utopistico mondo progettato da Will Toledo, eclettico fondatore dei Car Seat Headrest.

Un indie rock dai toni marcati è il contrappunto ideale per la costruzione di ritmiche lo-fi, pronte a erigersi come unico background possibile per le tematiche trattate nell’album. È il caso di Beach Life-In-Death, analisi romanzata degli avvenimenti che scandiscono la routine quotidiana: la sfrenata danza offerta dai rapidi riff di chitarra è saltuariamente interrotta da più scarni momenti di quiete. Diverso è il registro di Bodys: l’ouverture elettro-noise viene richiamata dai metallici arpeggi delle chitarre in un crescendo sorprendente e dai toni sognanti, su cui la voce di Toledo risalta spietata. L’immaginario viaggio è concluso dalle catartiche melodie lo-fi di Twin Fantasy (Those Boys): “When I come back you’ll still be here”, parole che risuonano dolcemente in un addio a tutto ciò che risiede nell’interiorità, accantonato per tornare a vivere la soffocante società.

I Car Seat Headrest fondano la propria filosofia sull’etica del DIY: senza inganni o inutili lustrini, vogliono spiccare il volo verso vette sempre più alte.

Sabino Forte

Potrebbero interessarti: