Voto

5.5

Vi siete mai chiesti che cosa si proverebbe a essere dell’altro sesso? La commedia scritta e interpretata da Audrey Dana prova a raccontarlo, prima sollevando tutti gli stereotipi più ricorrenti sulla differenza tra uomo e donna, poi smontandoli di sequenza in sequenza.

Così, Jeanne (Audrey Dana) si trasforma improvvisamente in una sorta di ibrido che possiede la forza, l’umorismo, la spavalderia e l’ossessione per il sesso tipicamente attribuite all’universo maschile, pur conservando la sensibilità, la tenacia e la sensualità di una donna.

Qualcosa di troppo è una commedia che basa la propria esistenza sulla banalità di luoghi comuni e stereotipi, e nella sua semplicità si rivela efficace. La comicità spesso esasperata nei gesti e nelle espressioni, però, impedisce al pubblico di godere della vena tragica che attraversa sottotraccia la pellicola come un invisibile fino spinato.

Federica Romanò