Con ben trenta candeline da spegnere, questo marzo 2021 torna il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina, la rassegna milanese dedicata al cinema d’oltreoceano. Nato nel 1991 come Festival del Cinema Africano integrando in seguito altre realtà a partire dal 2003, FESCAAAL si conferma l’unico appuntamento in Italia per scoprire e approfondire le cinematografie dei tre continenti, proponendosi come valida alternativa al monopolistico cinema mainstream occidentale. Con il sostegno dell’Associazione Centro Orientamento Educativo (COE), il Festival offre un programma di proiezioni, incontri con autori ed eventi che mettono al centro della propria missione la multiculturalità, l’integrazione e il dialogo come premessa fondamentale.

La 30° edizione del FESCAAAL, il cui claim sarà MiWorld From A to Zebra, si terrà dal 20 al 28 marzo esclusivamente online, nel rispetto delle norme COVID per lo spettacolo: le proiezioni saranno disponibili sul sito MyMovies, mentre incontri e approfondimenti avranno luogo su Zoom. Dei 600 film selezionati, 50 competeranno nelle tre sezioni canoniche: il Concorso Lungometraggi Finestre sul Mondo per fiction e documentari, il Concorso Cortometraggi Africani e il Concorso Extr’A dedicato ai film realizzati da registi italiani (o residenti in Italia) nei tre continenti. Tra le opere in gara, ne compaiono alcune già premiate in altri festival: il film d’apertura La nuit de rois del regista africano Philippe Lacôte, presentato alla 77° Mostra del Cinema di Venezia, è stato selezionato nella shortlist degli Oscar 2021 come Miglior film straniero; So Long, My Son di Wang Xiaoshuai ha vinto due Orsi d’Argento al Festival Internazionale del Cinema di Berlino nel 2019; Old Child della regista italiana Elettra Bisogno si è aggiudicato il premio per la sezione ITALIANA CORTI al Torino Film Festival.

Quest’anno, inoltre, FESCAAAL aderisce al progetto Milano Città Mondo 05 – La città delle donne attraverso una sezione interamente dedicata a film realizzati da registe provenienti da Africa, Asia e America Latina. Donne sull’orlo di cambiare il mondo, questo il nome della sezione, propone una riflessione sulla figura della donna nella società e sulla parità di genere. Più che mai conscio dell’importanza dei giovani e della loro consapevolezza, che plasmerà la società di domani, FESCAAAL propone anche in questa edizione la sezione Spazio Scuola e Spazio Università: un catalogo di film che i docenti possono mostrare agli studenti, oltre a programmi di masterclass e seminari. Non solo: sempre online, si terrà la seconda edizione del MiWorld Young Film Festival (MiWY), primo e unico festival per le scuole rivolto all’educazione interculturale, fondato con l’obiettivo di educare alla diversità e al contatto con le culture lontane dalla propria; valori oggi più importanti che mai, in un periodo storico in cui la necessaria distanza fisica rischia di sfociare nell’isolamento e nell’esclusione. 

Giulia Crippa e Diletta Culla