Festival piccolo ormai è sinonimo di selezione curiosa e pregiata, e l’Orvieto Cinema Fest non fa eccezione, confermando la qualità dei film proiettati con una notevole affluenza di pubblico. L’essenza di questa edizione, curata dalle giovanissimi fondatrici Stefania Fausto e Sara Carpinelli ruotava attorno a due questioni cruciali: le figure femminili e l’ambiente. La grande novità di quest’anno è stata il concorso interno dedicato a illustratori e illustratrici emergenti, chiamati a interpretare il tema #Thereisnoplanetb dal proprio personale punto di vista: le 16 illustrazioni finaliste sono state protagoniste del catalogo e alla fine ha primeggiato quella di Anya Pustovaya, che si a portata a casa il premio.

Lo scorso 5 ottobre, nella splendida cornice del teatro Mancinelli di Orvieto, la giuria formata da Danile Ciprì, Chiara Grizzaffi (docente di cinema presso l’Università Iulm di Milano), Gianluca Guzzo (fondatore di My Movies) e Assaf Machnes (regista israeliano) ha premiato i nove cortometraggi vincitori nelle varie categorie: Best Animation, Best National, Best International e Best Theme – quest’anno dedicato all’ambiente e al cambiamento climatico. Per un totale oltre 600 cortometraggi – il triplo rispetto a quelli della scorsa edizione -, i programmatori Marco Scotuzzi, Stefania Fausto e Giulio Tonincelli hanno selezionato 30 cortometraggi per il concorso, provenienti da 40 paesi diversi.

Tra la qualità degli 11 corti proiettati, l’accoglienza calorosissima, l’organizzazione impeccabile e i concerti di Metarmonica e The Wild Side, la giornata di domenica è stata la chiusura ideale di un festival che merita davvero di essere frequentato. E non sono mancati nuovi stimoli e spunti di riflessione: valorizzare il linguaggio del cortometraggio nel nostro paese, dove ancora arranca a liberarsi dallo statuto di mero pitch di un lungo, e dare visibilità ai nomi nuovi del panorama cinematografico nazionale e internazionale.

Di seguito, tutti i vincitori:

Best International: L’Année Du Robot di Ives Gellie (Fr, 2019)

Best National: The Role di Farnoosh Samadi (ita, Iran, 2018)

Best Animation: Lost And Gounf di Andrew Goldsmith & Bradley Slabe (Au, 2018)

Best Theme – Environment & Climate Change: Let’s Go to Antartica! Di Gonzaga Mando (Sp, 2019)

Best Audience Award: One Small Step di Bobby Pontillas & Andrew Chesworth (China, Usa, 2018)

Premi speciali:

My Movies: Supereroi senza Superpoteri di Beatrice Baldacci (It, 2019)

Premio Air 3: Il Nostro Tempo di Veronica Spedicati (it, 2019) 

Premio GDM: Music – SpeciaL Mention: All These Creatures di Charles William (Au, 2018)

Anna Pennella