Voto

6

Made in the A.M. è il risultato di un percorso che ha portato Harry Styles & co. a una maturazione non indifferente: dal brit-pop dell’apripista Hey Angel, al sound ’70s di What a Feeling, fino alle ballate, vero marchio di fabbrica (Love You Goodbye, Walking in the Wild).

Nulla di nuovo sotto il sole, ma se Made in the A.M. dovesse essere il canto del cigno per la boy band britannica, quale miglior modo per uscire di scena?

Christopher Lobraico

Potrebbero interessarti: