Voto

8

Fortemente incentrato sulle melodie di piano e dominato dalla voce magnetica della cantautrice newyorkese, Pick Me Up Off The Floor è il nuovo disco di Norah Jones, pubblicato da Blue Note Records venerdì 12 giugno. L’album raccoglie tracce non rilasciate nei precedenti lavori, ma è tutt’altro che una raccolta incoerente: i temi della perdita, della malinconia e della solitudine percorrono tutte le undici tracce dell’album, trovando la miglior interpretazione possibile nelle liriche della Jones. Il risultato è un disco attuale e personale, in cui si apprezza tutta la profondità della cantante.

Spicca nella tracklist la collaborazione con Jeff Tweedy, frontman dei Wilco: I’m Alive unisce il sapore folk caro all’artista di Chicago all’attitudine blues della Jones, mai banale nell’attualizzare linee melodiche spesso tradizionali nelle movenze (Flame Twin). I testi vacillano tra l’ansia da abbandono e il sollievo apparente della solitudine (“Don’t look so sad/It’s not that bad/Or is it? It might be today”, Heartbroken, Day After) magicamente accompagnati dagli arrangiamenti mai monotoni. Dalla cupa Say No More alla speranzosa To Live, il disco rispecchia i contraddittori sentimenti degli innamorati, senza mai oscurare la personalità della cantante, unica protagonista dell’album.

Norah Jones si riconferma autrice e interprete di qualità sopraffina, in grado di soffiare un vento di freschezza su temi jazz ingrigiti, donando loro la vitalità che ha contraddistinto la cantante: l’ennesimo lavoro di spessore, a riconferma del talento dell’artista newyorkese. Pick Me Up Off The Floor è l’album ideale per curare i dolori del cuore, in quel “day after” carico di malinconica speranza.

Riccardo Colombo