Mentre varchiamo la soglia della fase 3, l’emergenza Covid-19 sembra affievolirsi, ma non la crisi economica e culturale. Quello che fino a qualche settimana fa era percepito come uno scenario lontano in un futuro ancora nebuloso, si fa sempre più vicino, e ha proprio una data precisa: 15 giugno. Lo stop di oltre tre mesi imposto alle sale cinematografiche ha causato profondi danni all’intero settore, che ha tentato di fare fronte all’emergenza con l’attivazione di piattaforme online di streaming, VOD o sale virtuali, iniziando a riflettere sulla possibilità di affiancare la dimensione virtuale a quella reale. Tra tutte le iniziative lanciate in questo ultimo periodo, non è facile orientarsi, e per questo abbiamo creato una guida a tutte le principali piattaforme create dagli addetti ai lavori durante la quarantena – la potete consultare qui -, e se non vi bastano vi consigliamo anche ByNWR e MUBI.

MioCinema è la nuova piattaforma che vuole trainare il settore a fare un passo oltre, annullando la divisione netta tra esperienza in sala e fruizione virtuale da casa. Della crisi della sala come luogo fisico si parla da ben prima dell’emergenza Covid-19, e questa situazione ha evidenziato come i servizi digitali possano essere un sostegno alla trafila cinematografica, soprattutto indipendente, e non solo un sostituto momentaneo o, addirittura, un nemico. Così MioCinema vuole creare un ponte tra reale e virtuale, con l’intenzione di rivitalizzare un mercato messo in stand by. A differenza di altri servizi affini, infatti, questa piattaforma si regge su un rapporto diretto con le sale cinematografiche del territorio.

Non si tratta di un semplice servizio on demand, ma di un’esperienza personalizzata per ogni singolo utente. Per accedere alla piattaforma basta registrarsi gratuitamente, per poi acquistare il film che si desidera vedere – disponibile per 30 giorni e per 48 ore dopo il primo play. Per accedere alle proiezioni, si deve selezionare la sala di riferimento tra i cinema aderenti nel proprio comune di residenza, alla quale verrà destinata una parte del vostro biglietto. Ma l’iniziativa non si fermerà a giugno: anche quando potremo tornare al cinema, MioCinema continuerà a supportare le uscite in sala offrendo contenuti di approfondimento, speciali, interviste.

Se volete bene al cinema, soprattutto a quello indipendente e, ancora di più, alla vostra sala di quartiere a cui siete tanto affezionati, iscrivetevi, e godetevi la visione.

Federico Squillacioti