Dopo il successo del primo evento in sala, anche questo mese PRISMA torna live: l’appuntamento è il 30 novembre al Cinema Farnese a Campo de’ Fiori. Evento dedicato ai cortometraggi, il festival dà spazio non solo ai film, ma anche ai loro autori, ed è per questo che prima di ogni cortometraggio viene presentato il percorso e il background del regista – di cui viene proiettato un video messaggio per approfondire alcuni elementi chiave del proprio lavoro. Un approccio fondamentale per permettere al pubblico di conoscere nuovi artisti, spesso emergenti, e di comprendere i lati più intimi delle loro opere, instaurando un legame che va oltre la sola fruizione del contenuto. 

Last Cigarette, Jiacun Li, Regno Unito, 2021, 5’

Scegliere il momento giusto per fumare l’ultima sigaretta dell’ultimo pacchetto è fondamentale: bisogna poterla assaporare senza rovinare il momento. È questo il grande dilemma del protagonista di Last Cigarette, film d’animazione psichedelico che cerca di destreggiarsi in un universo iper-colorato ed inverosimile alla ricerca del luogo e del momento perfetto. Un cortometraggio riuscito e divertente, immerso in un’ambientazione estremamente avvolgente. 

Cognition, Ravi Ajit Chopra, Regno Unito, 2021, 25’

Certi legami tra padre e figlio possono superare ogni cosa: tempo, spazio e microchip. Tra atmosfera sci-Fi, effetti speciali e cast rinomato (Jeremy Irvine e Andrew Scott), in soli 25 minuti il regista riesce a sviluppare una storia che sembra un punto di incontro tra Star Wars ed Ender’s Game, realizzando un cortometraggio ad alto budget come raramente se ne vedono. Ed è forse qui che risiede il limite del film: la narrazione ambiziosa risulta complessa e sacrificata nel minutaggio, che tuttavia conserva la propria originalità.

LYNX, Julien Henry, Belgio, 2020, 19’

Oltre alla passione per le corse automobilistiche e alla vita coniugale, Marie e Tony condividono anche un grande dolore che stanno cercando di dimenticare. Lei si sfoga correndo in pista, lui si è ormai abbandonato a se stesso. Quando arriva l’occasione di vendicare il trauma subito, il modo migliore per stabilire vinti e sconfitti è proprio in pista. LYNX è un cortometraggio denso, che trascina lo spettatore in pista insieme a Marie, Tony e alla loro sofferenza. Sebbene il non-detto sia alla base di questo film, tutte le dinamiche e le emozioni appaiono estremamente chiare al pubblico, che si trova sovrastato da un turbinio di pensieri e domande su cosa sia giusto e cosa sia sbagliato.

Eternal Void, Pavaret Udompatthanakit, Thailand, 20’

Dorn Phuradech Tangwithi è un attivista thailandese scomparso. Di lui non è rimasta alcuna traccia fisica, solo il ricordo delle persone che gli vogliono bene e che non hanno mai smesso di sperare nel suo ritorno. Eternal Void è un documentario forte ed estremamente significativo che unisce found footage a interviste, per ricostruire la storia di un ragazzo coraggioso e sicuro. Un’opera veramente riuscita, che trattiene l’attenzione del pubblico fino all’ultimo secondo.

Greta Pelizzari