Un esordio più che promettente per il neonato Colombre, il progetto solista di Giovanni Imparato, ex frontman dei Chewingum. Ieri ha presentato il suo primo album, Pulviscolo (Bravo Dischi), a Le Mura di Roma, un disco rivelazione che ha riempito il locale ancora prima dell’inizio del live.

Il concerto si apre con una carica potentissima di entusiasmo e voglia di fare musica. A Colombre non serve neanche un minuto per ingranare e buttarsi nel vivo del live: inizia con quella stessa carica viscerale e spontanea che caratterizza il disco, finendo per trascinare con sé ogni singolo spettatore. Sono testi sentiti i suoi, e nel live lo si percepisce chiaramente.

Accompagnato da una band d’eccezione che vede Alfredo dal Portone alle chitarre e alle tastiere, Daniele Marzi alla batteria (entrambi Extraliscio e Supermarket) e Lorenzo Pizzorno al basso, Colombre dà il meglio di sé, superando persino le – alte – aspettative create dal disco. Suona l’intero album con passione, tra sorrisi, ringraziamenti, adrenalina e tanta emozione. C’è spazio anche per una cover di Svastiche dei Chewingam, un tributo a quelli che sono stati i suoi compagni di viaggio per molti anni. Ma è con Blatte che il pubblico esplode insieme a Colombre, ed è impossibile non farsi trascinare dal sound deciso del pezzo e dalla forza del testo.

“L’album dura poco, quindi abbiamo già finito”. Tutti scendono dal palco e si spengono le luci. Ma dopo pochi istanti Colombre torna, accompagnato da un boato del pubblico, per suonare un pezzo chitarra e voce. L’entusiasmo degli spettatori richiama sul palco il resto della band, che raggiunge Colombre per un bis con cui regalare agli spettatori – di nuovo – la richiestissima Blatte, il featuring con Iosonouncane che è già diventato una hit (dopo un solo ascolto vi si fisserà in testa: vi abbiamo avvisati!).

Così si conclude il primo di una lunga serie di live che porterà Colombre in tutta Italia. Vi consigliamo vivamente di non perdervelo!

Niccolò Pagni e Benedetta Pini