Voto

7

Il piccolo Owen Suskind, diagnosticato autistico all’età di tre anni, è il protagonista di Life, Animated, un documentario che ne racconta la crescita, con tutte le sue difficoltà. La focalizzazione adottata dal regista, il già premio Oscar Roger Ross Williams, coincide con il punto di vista di Owen, nel tentativo di portare alla luce l’esperienza più profonda del bambino e di mostrare attraverso i suoi occhi la realtà, quel mondo a lui tanto estraneo che solo i cartoni animati della Disney riescono a rendere in qualche modo comprensibile anche per lui.

Tratta dal libro Life, Animated: A Story of Sidekicks, Heroes and Autism di Ron Suskind, padre del protagonista, la pellicola ne conserva l’ingenua tenerezza, mostrando il percorso di un’intera famiglia che cerca faticosamente di dare una vita “normale” anche al figlio minore, senza che senta il proprio disturbo come uno stigma insuperabile. La volontà raccontare la vicenda il più fedelmente possibile alla realtà ha portato il regista a integrare le sequenze con filmati originali tratti dagli archivi della famiglia Suskind; una trovata che finisce, però, per comprimere eccessivamente la trama senza svilupparne tutte le potenzialità.

Caterina Polezzo