Dopo aver seguito il festival di cortometraggi rurali Corto e Fieno lo scorso anno, scoprendo grazie al cinema la realtà agricola nelle campagne di tutto il mondo, non vediamo l’ora della prossima edizione – che si farà a inizio ottobre, sempre sul Lago d’Orta. Durante l’attesa, per non perdere il contatto con il contesto culturale della zona, dall’1 al 30 agosto seguiremo la mostra itinerante Herbarium vagans: artisti italiani e internazionali che raccontano attraverso le loro opere visuali, le erbe, i fiori, i colori e i profumi delle Alpi, approfondendo nello specifico il valore delle erbe officinali e la questione dei cambiamenti climatici in corso nella zona e delle relative conseguenze sulla flora.

Si tratta del primo appuntamento del progetto triennale Interregionale Italia-Svizzera “Di-Se – DiSegnare il territorio”, a cura di Associazione Musei d’Ossola, Museumzentrum La Caverna di Naters e Associazione Culturale Asilo Bianco sul Lago d’Orta. Una galleria a cielo aperto con le opere esposte su grandi pannelli, allestiti tra le abitazioni antiche e gli angoli nascosti dei centri storici di Santa Maria Maggiore in Valle Vigezzo, per la sezione pittori botanici (che fanno parte dell’Associazione Botanica Floraviva ovvero gli artisti più celebri di questo genere artistico, che galleggiano tra arte e scienza), e di Domodossola, dove esporranno 28 artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo, tra cui Geetika Singh BarghavaMassimo CacciaMichael Cailloux, Marie Antoinette Gorret, Paola Tassetti e Gosia Turzeniecka. Inoltre, alla Casa del profumo Feminis-Farina di Santa Maria Maggiore verrà esposta una collezione di gioielli ispirati alla achillea montana, frutto della collaborazione tra Enrica Borghi, artista che lavora con materiali di riciclo, e il brand di alta gioielleria Margherita Burgener.

A settembre, infine, Herbarium vagans si sposterà a Orta San Giulio per poi arrivare fino in Svizzera in Canton Vallese. L’inaugurazione sarà doppia: sabato 1 agosto, sia alla Casa del Profumo Feminis-Farina di Santa Maria Maggiore, alle ore 11.00, sia al Teatro Galletti di Domodossola, alle ore 18.00

Alessandro Foggetti