Voto

5

Attesissimo da quasi vent’anni, il sequel di Unbreakable – Il predestinato e di Split completa la trilogia iniziata con Unbreakable e proseguita con Split, proponendosi timidamente come alternativa – in parte valida – del Marvel Cinematic Universe e del DC Extendend Universe.

A rendere debole il film è una sceneggiatura dal ritmo discontinuo, che fallisce nel tentativo di proporre allo spettatore una riflessione temeraria e appassionante sul concetto di eroe, anche grazie alle interpretazioni magistrali del cast (tra cui Samuel L. Jackson e James McAvoy), e finisce col perdere mordente, risultando solo confusa.

Glass dimostra ancora una volta quanto le abilità di regista e sceneggiatore M. Night Shyamalan vivano un rapporto conflittuale con le sue ambizioni, spesso troppo grandi

Christopher Lobraico