Voto

7

A meno di un anno dall’ultimo lavoro in studio, Giovanni Truppi torna con 5, breve EP con il quale il cantautore napoletano, oltre a regalare agli ascoltatori due nuovissimi inediti, rielabora tre brani contenuti nel suo precedente Poesia e civiltà, collaborando in duetto con diversi artisti.

Mia (con Calcutta), Due segreti (con la Rappresentate di Lista) e Conoscersi in una situazione di difficoltà (con Niccolò Fabi), si lasciano notare per il cambio di arrangiamento scelto dall’autore, capace di cucire perfettamente il brano sulla commistione di forze che ciascun duetto porta in auge, ognuno con le proprie specificità, riuscendo bene nel suo intento senza strafare. Proprio su questo aspetto, il duetto con Fabi risulta il migliore, forte dell’importante contrasto tra le voci dei due cantautori: una ruvida e profonda e l’altra decisamente più morbida.

Procreare, cantata con Dario Brunori, porta l’ascoltatore su sonorità classiche con un canto sulla speranza, mentre lo scorrere dei brani giunge a conclusione con l’unica canzone del disco a una voce sola, il tuo numero di telefono: aperta da un’interessante scala di piano, il brano racconta con candore l’amore e l’insieme delle coincidenze che gli sono proprie, in quello che è senza alcun dubbio il momento migliore dell’album

5 è un piccolo ritorno in scena di un cantautore che si sta facendo conoscere timidamente nella grande varietà di proposte attuali della musica italiana.

Gabriel Carlevale