Se non lo conoscete già e se non lo state già seguendo, prendete nota: dall’8 al 23 maggio si tiene FRUtopia: la città di tutte le radio, il Festival delle Radio Universitarie che porta avanti una mission ben precisa: costruire luoghi migliori. Dove? “ovunque e in nessun luogo”. La pandemia globale dovuta al Coronavirus ha messo in ginocchio il music business, è vero, ma ha anche dato lo stimolo che mancava per la nascita di nuove iniziative, progetti e organizzazioni, trainate da tanta fantasia e un forte spirito d’innovazione. Un approccio da tenersi stretto anche in futuro, così da ampliare gli sguardi di un panorama ancora troppo spesso radicato nei meccanismi tradizionali. Il Festival delle Radio Universitarie nasce come un momento di scambio dedicato alla radio, ai giovani e alle nuove realtà emergenti, uno spazio di dibattito e di approfondimento sulle questioni più attuali. Giunto alla sua 13a edizione, che si sarebbe dovuta tenere a Venezia in collaborazione con le emittenti IUSVE Cube Radio e Radio Ca’ Foscari, FRUtopia offre una programmazione virtuale di meeting, dibattiti e interviste in diretta sul canale YouTube di RadUni.

Negli scorsi incontri, gli appuntamenti sono stati con Enrico Ruggeri – in diretta lo scorso 8 maggio – e gli Eugenio in via di Gioia, band bipolare che oscilla tra musica impegnata e scanzonata in onda ieri. Nei prossimi giorni prenderanno spazio due grandi voci della radiofonia nazionale. La prima è quella di Federico l’Olandese Volante, in onda sabato 16 maggio alle ore 10:00. Da RMC a Radio 2, da Radio 105 a R101, il dj, produttore e scrittore olandese naturalizzato italiano è stata una delle prime “voci” delle radio libere italiane. Alle 15.00 la parola passerà a Wad, ovvero Michele Caporosso, conduttore di Say Waaad!?! – l’appuntamento quotidiano su Radio Deejay alle 21.00 – e uno dei punti di riferimento per gli amanti dell’urban, dell’hip pop e dell’R&B in Italia. Il 17 maggio, dopo una serie di appuntamenti che partiranno dal mattino, tra cui l’intervista con Maria Soave (giornalista del TG1) sul modo in cui i giornali hanno trattato l’emergenza Covid, il programma musicale partirà alle 18. Protagonisti una serie di artisti, emergenti e non, tra cui Icastico, Mirko Casadei e Francesco Sacco, che suonerà live il suo secondo singolo A te e ci darà qualche piccola anticipazione sul suo disco di esordio.

In questo momento storico, rispondere alle esigenze di condivisione e di dialogo assume una centralità vitale, ma mette in luce una prospettiva anche a lungo termine: dare spazio alla creatività libera e a un’attitudine propositiva è quello di cui il mondo culturale ha bisogno da sempre, e per sempre ne avrà, anche a emergenza Covid-19 terminata.

Christopher Lobraico e Valeria Bruzzi