Voto

7

Karim Kharbouch (in arte French Montana), il rapper trentunenne di origini marocchine naturalizzato Newyorkese, è tornato per la seconda volta ai microfoni per sfornare MC4.

Il disco presenta testi essenzialmente uguali tra loro: le lyrics sono per la maggior parte incentrate su donne, macchine costose, soldi da sperperare e droghe. Insomma, in MC4 French Montana parla della propria ex-vita nel ghetto paragonandola alla nuova vita da rapstar; confronto riassumibile in poche barre: “All she wanna do is smoke / Bitch want blood / heard she fuckin’ with a locc / Hello / From the ghetto, Lamborghini yellow” (I’m Hated).

Le produzioni, al contrario, risultano variegate e policrome grazie all’aiuto di producer di livello come Dj Khaled e The Alchemist. La tracklist sa giocare bene la partita, scandita da pezzi trap (Check Come ed Everytime) che si incastrano a brani dalle melodie invece più ballabili come XPlicit, con la partecipazione della seducente voce di Miguel, No Shopping, che grazie al featuring di Drake diventa subito una hit, e Said N Done con A$AP Rocky, dal ritmo quasi dancehall.

French Montana riesce a destreggiarsi bene in un disco che, nonostante veda la partecipazione dei nomi più importanti della musica hip-hop e R&B americana, non riesce tuttavia a presentare particolari segni di innovazione.

Anna Laura Tiberini

Potrebbero interessarti: