Voto

8.5

È stato lo stesso Drake a definire More Life una playlist più che un disco: il quinto lavoro del rapper canadese è un cocktail riuscito di numerose influenze melodiche.

I ritmi poliedrici riescono a dare una precisa scansione anche ai contenuti. Accompagnati da sonorità grime e impreziositi da nomi influenti quali Giggs e Skepta, i testi, ora “arrabbiati”, si alternano in modo flessibile a ondate ottimiste e caraibiche, che risentono tuttavia della mancanza della sinuosa voce di Rihanna, sostituita in amore – anche se per poco – dall’insigne JLo.

More Life è, con un gioco di parole, “more”: a confermarlo sono le collaborazioni con Black Coffee, maestro della musica house, con Quavo, Travi$ Scott, Young Thug e 2 Chainz, i quali consentono al disco di rimanere al passo con i tempi e con le mode – in questo caso trap –, ma anche i featuring con Kanye West, che conferiscono un tono più classico a un album pur sempre hip-hop.

Started from the bottom, and Drake’s – still – here.

Anna Laura Tiberini