Se i 51 film del concorso principale (di cui ben 13 in anteprima Italiana) non vi sembrano abbastanza, Concorto sa come accontentarvi. L’edizione di quest’anno del Festival, infatti, offre una vasta gamma di eventi collaterali che arricchiscono il programma, per soddisfare al tempo stesso i cinefili più insaziabili e chi cerca una prospettiva nuova sul grande schermo. A proposito di innovazione, anche quest’anno Concorto conferma la cura per la propria visual identity e assegna la locandina a Giovanna Lopalco, alias Pelo di Cane. Come da tradizione, l’artista scelta sarà al centro di una mostra dei suoi lavori: TT teneroterribile. Nella cornice di Palazzo Ghizzoni Nasalli a Piacenza troveranno spazio una selezione di sue illustrazioni di piccolo formato, nate spontaneamente, senza studio o pianificazione, dettate da una sorta di “scrittura automatica” di stampo surrealista.

Ai corti in gara si aggiungono 7 sezioni tematiche fuori concorso, che vi permetteranno di viaggiare da una parte all’altra d’Europa con due Focus geografici dedicati rispettivamente a Portogallo e Russia. Proprio a quest’ultima è dedicata una rassegna che – tra ironia e misticismo – si pone l’obiettivo ambizioso di indagarne la cinematografia contemporanea alla ricerca dell’anima russa – ricollegandosi per una felice coincidenza a uno degli articoli comparsi sul nostro magazine cartaceo vol. IV. Per chi avesse voglia di varcare frontiere non fisiche ma mentali, consigliamo la rassegna Ubik, che vi guiderà lungo una serie di titoli sperimentali e post-narrativi, o la sezione Uncanny Valley, per capire come muoversi stando sul confine sottilissimo tra reale e virtuale attraverso 5 film meta-mediatici in cui le nuove tecnologie mettono alla prova i confini del concetto di “cinema”. Al contrario, il Focus Supernature (in collaborazione con Lago Film Festival) sceglie di indagare tematiche ambientali e il rapporto tra uomo e natura, come in Umbra di Florian Fischer e Johannes Krell, vincitore della sezione corti all’ultima Berlinale. Se, giunti alla metà di agosto, sarete ancora alla ricerca di un rimedio al caldo estivo, nella serra di Parco Raggio lo troverete: a mezzanotte, per 3 serate e un totale di 17 film, ci sarà Deep Night, l’ormai tradizionale spazio dedicato all’horror, al surreale e a tutto ciò che – in una sola parola – è weird.

Concorto è anche uno spazio per valorizzare i giovani e le tematiche che li riguardano in prima persona. Le riflessioni sulla crescita e sull’educazione (cinematografica e non) delle nuove generazioni saranno al centro del Focus tematico Absolute Beginners – a cura della nostra redattrice Carlotta Magistris: una selezione di racconti di formazione e coming-of-age, affiancati da una serie di workshop dedicati ai più giovani. Nella sezione Audiovisiva, inoltre, un gruppo di ragazzi selezionati tra i 16 e i 20 anni guidato dal regista Tomàs Sheridan si confronterà con il documentario, realizzando uno short movie per riflettere su come il virtuale modelli la loro visione del mondo e dei rapporti interpersonali. Infine, la Giuria Giovani sarà coinvolta nel seminario di Giulio Sangiorgio, critico cinematografico e direttore di Film TV, per lavorare sul linguaggio e sulla critica della Settima Arte.

Nessun Festival estivo può definirsi tale senza un bel po’ di musica dal vivo. Concorto mette in programma due concerti imperdibili. Venerdì 16 apriranno la serata inaugurale i Be Forest, band Pesarese che si sta facendo largo in Italia e all’estero con un sound un po’ Slowdive e un po’ Cure degli esordi. Venerdì 23 si chiuderà in bellezza: il collettivo pavese Cinestesia – Il cinema muto suonato dal vivo sonorizzerà live La Jetée, il film sperimentale realizzato da Chris Marker nel 1962. Una pellicola di fantascienza (si parla di un futuro postapocalittico e di viaggi nel tempo) fatta di immagini statiche ed effetti visivi che hanno ispirato – tra gli altri –  il remake Terry Gilliam L’esercito delle 12 scimmie (1995).

Tante iniziative per un piccolo grande Festival che vi farà snobbare mare, spiagge e ombrelloni. Qui trovate il programma ufficiale, noi vi aspettiamo in sala!

Francesco Cirica