Voto

6

Heart Blanche è un album eterogeneo. Nel passare da un genere musicale all’altro, il collante tra i brani è costituito dall’R&B di sottofondo (che in Mother May I esce allo scoperto) e la potentissima voce di CeeLo Green, nasale e roca, inconfondibile.

Con Est. 1980s, ricca di chitarre new wave e cori, viaggiamo a ritroso verso gli anni ’80; mentre Working Class Heroes (Work) – il cui titolo rimanda alla celebre Working Class Hero di John Lennon – apre maggiormente le porte all’elettronica.
Nel resto del disco è ancora l’R&B a farsi strada e predominare (spicca il featuring con Bob James: Sings Of The Times), mischiandosi al pop nel brano Robin Williams. Infine, con CeeLo Green Sings The Blues arriverà anche il momento del soul.  

CeeLo Green, collocandosi lontano anni luce dalla noia, permette all’ascoltatore di trarre dai suoi brani un indiscutibile senso di gradevolezza; ma questo non basta e, purtroppo, Heart Blanche non sorprende né cattura.

Federica Romanò

Potrebbero interessarti: