Dal 25 ottobre l’archivio di Home Movies – Archivio Nazionale del Film di Famiglia si schiude al pubblico di Bologna per la XII edizione del festival Archivio Aperto. La rassegna propone una selezione di produzioni indipendenti e di pellicole private dall’inconsapevole valore documentaristico, che Home Movies conserva e rivaluta dal 2002. L’iniziativa si disloca tra la sede dell’Archivio Home Movies in via Sant’Isaia 18, il MAMbo (Museo d’Arte Moderna di Bologna), l’Istituto per la storia e la memoria del ‘900 Parri e Raum.

Evento d’apertura l’omaggio a Jonas Mekas, filmmaker lituano emigrato a New York considerato il padrino del New American Cinema. Scomparso a gennaio di quest’anno, Mekas verrà ricordato da Archivio con il programma I had nowhere to go, un omaggio che prevede la proiezione in pellicola 16mm dei suoi film Lost, Lost, Lost (1976), Reminiscences of a Journey to Lithuania (1972) e Williamsburg Brooklyn (2003), oltre a un’installazione site specific di Giuseppe De Mattia e una project room di Ritardo.

La rassegna proseguirà fino al 7 dicembre con proiezioni di film inediti di cineasti italo-americani newyorkesi sperimentali come Massimo Bacigalupo. Uno spazio verrà dedicato anche ai tentativi d’avanguardia di due donne, Marinella Pirelli e Valentina Berardinone. Inoltre, attraverso l’opera di Boris Lehman verrà proposta un’esplorazione sul concetto del film diario. Ma offre anche tanto altro il programma del festival, e non mancheranno workshop, incontri di approfondimento e visite all’Archivio. Ci si vede lì!

Francesca Riccio