Voto

8

“Il mio gruppo preferito sono i Tribe Called Quest” rimava Neffa nella fondamentale In Linea. E gli ATCQ, anche nel momento dell’uscita di scena, rimangono fedeli al proprio stile, a quei campionamenti raffinati e a quelle lyrics rilassate che hanno caratterizzato un’epoca.

A diciott’anni di distanza dall’ultimo disco, We Got It From Here… Thank You 4 Your Service segna il punto di arrivo del gruppo. Malgrado sia venuto a mancare Phife Dawg durante le registrazioni, Q-Tip e Ali Shaheed non si scoraggiano e riescono a presentare un album che, degno di essere considerato tra le loro migliori produzioni, porta all’ascoltatore un sound intriso di jazz (grazie alla collaborazione di Ron Carter), boogie e funk. We Got It From Here… Thank You 4 Your Service, disco fuori dal proprio tempo registrato nello studio casalingo di Q-Tip a New York – la culla della cultura hip-hop –, suscita le stesse vibrazioni, elettrizzanti e coinvolgenti, della Golden Age. 

Gli A Tribe Called Quest chiudono una storia senza nostalgia e passano il testimone alla “nuova” generazione: “Talk to Joey, Earl, Kendrick, and Cole, gatekeepers of flow / They are extensions of instinctual soul”.

Anna Laura Tiberini