Poniamo di avere una vita tutto sommato ordinaria, nessuna avventura stravagante, nessuna vincita stratosferica al Lotto, nessuna storia d’amore degna di una romcom di successo. In questa routine quotidiana si susseguono il lavoro, gli amici e qualche serata fuori. Ma anche in una vita del genere ci sono certi attimi, magari nell’ennesima serata qualsiasi, o nell’ennesima giornata qualsiasi che riconosciamo come speciali. Per esempio: due amiche, una serata in discoteca e la magia della condivisione. A moment of magic, cortometraggio di 19 minuti di Andrea Casadio, racconta proprio questo: un momento di condivisione intima e profonda tra due amiche (interpretate da Becka Adams e Paige Annette), che si allontanano dal vissuto quotidiano per guardarsi da fuori e riflettere sulla loro direzione. Nell’arco di tempo di una serata in un club, il film sviscera tematiche sensibili per la Generazione Millennial, come la lontananza emotiva dai propri genitori o la difficoltà nel trovare il proprio posto nel mondo.

In un sapiente incastro di dialoghi e inquadrature, le due donne si raccontano, nella vita come sui social network, permettendo al film di avanzare una sottile critica alla vita online attraverso i dettagli inquadrati dagli smartphone delle protagoniste, minuscoli frammenti che non ci permettono di cogliere l’insieme di un’esistenza. Dagli spazi chiusi delle prime scene, in casa e nel club, atterriamo alla fine della serata in uno spazio aperto – un punto panoramico della città di Los Angeles -, dove le due ragazze vivono un autentico momento di riflessione sulle loro vite, e sulle vite di un’intera generazioneIl film di Casadio mostra così quell’attimo tanto fuggente che mette in mostra le nostre insicurezze nello scambio con l’altro, che rivela l’innato bisogno di sentirci compresi e accettati, mettendo a nudo le fragilità dell’animo umano che in fondo accomunano ogni individuo. Un momento non solo magico, ma genuino e spontaneo in mezzo a quel nostro quotidiano spesso inconsistente e insipido. 

Matilde Soleri