Dal 3 al 9 dicembre il capoluogo ligure ospita la 20esima edizione del Genova Film Festival: una settimana di proiezioni, incontri, anteprime e workshop. Il direttore Cristiano Palozzi e l’Associazione Culturale Daunbailò hanno coinvolto circa 300 autori provenienti da tutta Italia nel Concorso Nazionale per Cortometraggi e Documentari, portando tra i vicoli del suggestivo centro storico ciò che di meglio ha da offrire la nostra cinematografia.

Italia e non solo. Il festival si conferma anche quest’anno una preziosa vetrina per le produzioni più curiose provenienti da tutto il mondo. Il grande ospite del festival sarà infatti l’iraniano Babak Karimi, direttamente da Teheran, protagonista della sezione Ingrandimenti, curata dal critico e autore televisivo Oreste De Fornari. L’avevamo già visto in Una separazione di Asghar Farhadi, Orso d’Argento al Festival di Berlino e Oscar come Miglior film straniero. Cineasta poliedrico e versatile, Karimi incontra stasera il pubblico a Palazzo Meridiana, dove terrà una masterclass per parlare dei suoi nuovi progetti e ripercorrere insieme al pubblico la sua carriera, tra racconti, aneddoti, proiezioni, in un dialogo continuo e stimolante.

Altra data da segnare: l’8 novembre alle ore 20.30 l’attrice, scrittrice e regista italo-svizzera Giorgia Würth incontrerà il pubblico del Festival presso l’Auditorium di Strada Nuova (ex sala Germi), dove presenterà il suo documentario sull’eterna Sandra Milo. Un omaggio sarà dedicato anche al grande Vittorio Gassman, con il documentario Sono Gassman! Vittorio, re della commedia, firmato dal giornalista Fabrizio Corallo.

Oltre 100 proiezioni, ma non manca lo spazio alla formazione. La sezione ABCinema prevede un workshop incentrato sulla produzione di film di qualità: Dal filmmaking a basso budget alla coproduzione internazionale. Sarà tenuto dal regista milanese Mirko Locatelli e dalla produttrice e sceneggiatrice Giuditta Tarantelli. A seguire la proiezione del loro ultimo lavoro, Isabelle, in anteprima nazionale. Un’occasione assolutamente da non perdere.

La redazione

Potrebbero interessarti: