Voto

7

Judd Apatow, regista di 40 anni vergine e Molto incinta, torna sul set con una nuova commedia romantica dalle tinte piccanti e decisamente anti politically correct. Al suo fianco Amy Schumer; paladina del cabaret americano, è sceneggiatrice e protagonista assoluta: recita i panni dell’omonima Amy – un caso? –, una donna libera, sessualmente disinibita guidata dal mantra “la monogamia non è realistica”. L’incontro con Aaron – un divertentissimo Bill Hader – disgregherà pian piano il suo già precario equilibrio basato su profonde convinzioni libertine.

Trama scontata, esiti prevedibili, eppure Un disastro di ragazza mostra quel quid che stimola e incuriosisce. Sarà il tono grottesco che permea la pellicola arrivando al limite del sopportabile, o lo straniante passaggio dal comico spinto al patetico-drammatico che crea una sensazione di piacevole fastidio. Sarà semplicemente la bravura degli attori, caricature paradossali di se stessi; primi tra tutti il wrestler John Cena, nel ruolo del fidanzato tutto muscoli ma dalla dubbia sessualità, e Lebron James, star del basket dalle gambe chilometriche ma dal braccino corto, stranamente sempre senza portafoglio al momento del conto.
Qualunque sia la causa, la risata in sala è assicurata e la coppia Apatow-Schumer può dirsi pienamente soddisfatta – espressioni sconcertate degli spettatori bacchettoni a parte, ma, diciamocelo, quelle non contano.

Anna Magistrelli

Potrebbero interessarti: