Voto

8

El Producto e Killer Mike ci riprovano, e lo fanno in grande stile.
L’anno scorso i due monumenti della scena underground hanno dato vita al progetto Run The Jewels, pensavamo, quasi per gioco. Stavolta il livello è un altro: sul piatto, accanto alle grosse catene d’oro e alle mani bendate, ci troviamo ambizioni, esperienza e rabbia espresse al massimo grado, riunite sotto la bandiera di un nuovo sound, aggressivo e imponente.
Il primo episodio eponimo era stato pubblicato in free download sotto Fool’s Gold. Questo RTJ2, uscito per Mass Appeal, è oggi in vendita, ma è stato anch’esso reso disponibile in free download, attraverso un post su Twitter, in anticipo rispetto a quanto annunciato in precedenza. Insomma, i due non vedevano l’ora di condividerlo con fan e detrattori (ce ne sarà pure qualcuno).

El-P e Killer Mike salgono sul pulpito e istituiscono un tribunale su tutta la realtà contemporanea: nessuno viene risparmiato dalle loro invettive e dai loro indici coperti di anelli. Il disco si apre con Jeopardy e le urla di Mike che incita il compagno e sbraita contro il pubblico, sapendo con certezza che questo sarà numeroso ed entusiasta. Il sound si rivela subito più oscuro rispetto al disco precedente e il lavoro di produzione maniacale svolto da Little Shalimar e El-P salta subito “all’occhio”. L’album è costellato da killer-tracks: Blockbuster Night part 1, primo singolo dell’album, costituisce il vero manifesto d’intenti (“Last album voodoo proved that we was fuckin’ brutal […] This Run The Jewels is murder, mayhem, melodic music / psychotics use it then lose it, junkies simply abuse it”), scuote le ossa a colpi di bassi, synth e kick aggressivi; Close Your Eyes (And Count To Fuck) vede affiancarsi alla coppia niente meno che Zack De La Rocha (ex cantante e frontman dei Rage Against The Machine), e già solo per questo meriterebbe un ascolto, ma fidatevi, ci sono altre ottime ragioni, sentire per credere; Lie, Cheat, Steal, decalogo del peccatore del ventunesimo secolo, sembra già pronta per un remix di qualche big dell’elettronica; Early è un’altra bomba, caricata da un beat formidabile e che esplode nel ritornello cantato da BOOTS; All Due Respect, costruita su bassi alti centinaia di metri e percussioni frenetiche, suona come il cuore pulsante dell’album; Crown, il gioiello introspettivo dell’album, affronta il tema del rimorso, e ce ne mostra due facce: quella di un criminale (Killer Mike racconta del suo passato di spacciatore) e quella di un soldato che si ritrova ad obbedire a ordini in cui non crede.

Questi i brani che sono entrati sotto pelle praticamente da subito al sottoscritto, ma quasi ogni traccia qui ha i numeri per trasformarsi in una hit, fermo restando che ad un pubblico “di nicchia” si rivolge il lavoro, e quindi non lamentatevi se non le sentirete girare in radio.
Il tappeto di suoni acidi e distorti è la passerella su cui viaggiano a ritmo marziale le voci dei due, che ci tengono a chiarire quanto siano brutti, sporchi, cattivi, i migliori e i più fighi, e di quanto gli altri siano tutti degli sfigati.
In certi frangenti viene il dubbio che abbiano pienamente ragione. La capacità di riuscire a combinare clichès hip-hop insieme a istanze politiche e sociali consapevoli è uno dei punti di forza del disco. Il dubbio che i due si prendano un po’ troppo sul serio – persino in un contesto rap, in cui l’autocelebrazione è uno dei temi chiave, pare che i due stiano decisamente esagerando – viene fugato dalla “rassicurante” notizia che i due hanno lanciato una campagna di crowdfunding per realizzare un album di remix di RTJ2, che verrà ricomposto, udite udite, utilizzando solo miagolii di gatti. Sic.
RTJ2, a guardarlo dall’alto, ha l’aria di un ricco affresco: un carnevale composto da suoni nuovi, rime che si muovono tra l’immediato e il ricercato, una serie di collaborazioni d’eccezione e un’eccentrica campagna di marketing. Killer Mike e El-P cercano di presentarsi come veri e propri (e molto singolari) interpreti della loro epoca.
Impresa quasi completamente riuscita.

Pietro Di Maggio

Potrebbero interessarti: