Voto

9

L’amaro retrogusto del tradimento, la gola lacerata, suoni gutturali e una tremenda voglia di vendetta.

La vera storia di Hugh Glass, un cacciatore di pellicce che, dopo essere stato aggredito da un orso grizzly durante una spedizione nel Nuovo Mondo, viene dato per morto e abbandonato dal compagno Fitzgerald – interpretato da uno spietato Tom Hardy –, viene ripresa dal regista premio Oscar Alejandro González Iñárritu. Si assiste così a una trasposizione dell’avventura talmente intensa (e con qualche differenza rispetto all’omonimo romanzo di Michael Punke) da risultare difficile assimilarla subito.

Dalla colonna sonora mistica di Ryuichi Sakamoto alla maestosità cruda e brutale delle riprese – merito anche alle location scelte da Iñárritu per girare il più possibile a luce naturale – fino alla straordinaria interpretazione di Leonardo DiCaprio, si delinea un western glaciale che coinvolge fortemente lo spettatore. Inerme e sbigottito di fronte a quanto la coscienza possa rivelarsi disonesta, chi assiste non può trattenere un moto di totale ammirazione verso la crudeltà sublime con cui la Natura può mettere alla prova l’uomo .

“Questa è la storia di una vendetta”, e difficilmente ne uscirete indifferenti; preparatevi a una dose viscerale di tensione

Christopher Lobraico