Voto

7.5

Opera terza di Michael R. Roskam, Le Fidèle si riappropria dell’ambientazione belga di Bullhead – La vincente ascesa di Jackie (2011), dopo la parentesi statunitense di Chi è senza colpa (2014).

Caratteri thriller e stilemi da heist movie si accostano ai toni romantici e melò scaturiti dal tempestoso amore tra il criminale Gino (Matthias Schoenaerts) e la pilota Bibi (Adèle Exarchopoulos). La narrazione procede per rapide ellissi: lo scopo di Roskam pare essere quello di lasciare che le immagini si imprimano sulla sfera emotiva e sensoriale dello spettatore senza alcuna mediazione, in modo che questo possa cogliere intuitivamente il fluire degli eventi, evitando digressioni narrative o ulteriori spiegazioni.

Sebbene il vortice distruttivo in cui incappano i due giovani amanti riservi un sapore artificioso e talvolta eccessivamente patetico, la costruzione complessiva del film regge bene e la tensione tipica del genere cresce con coerenza e giusta misura. Non eccezionale né inaudito, ma piacevole ed efficace.

Giorgia Maestri

Potrebbero interessarti: